Video News
Benvenuto
Login

Biglietto nominale, Battelli: viagogo sta truffando le persone

Grazie! Condividilo con i tuoi amici!

URL

Non hai gradito questo video. Grazie per il feedback!

Ci dispiace, solo gli utenti registrati possono creare le playlists.
URL


Aggiunto da clservice in AUMENTARE VISTE
2 Visioni

Descrizione

Roma, 9 lug. (askanews) - Dal 1 luglio è entrato in vigore il "biglietto nominale obbligatorio" per i concerti che si svolgono in luoghi con capienza superiore a 5.000 persone. Il deputato Sergio Battelli (M5S), primo firmatario della norma introdotta con l'ultima Finanziaria e che ha il dichiarato obiettivo di combattere il bagarinaggio fisico e online, ha ricordato che siti di secondary ticketing come viagogo.it, dove nonostante l'entrata in vigore della norma Battelli si possono ancora trovare biglietti di "seconda mano", stanno truffando le persone.
"Semplicemente, quando io so, consumatore, che un biglietto per andare a vedere un concerto sopra i 5.000 spettatori e altre caratteristiche, so che ci deve essere il nome stampato, automaticamente so che i biglietti che vedo su viagogo e su altri siti di secondary ticketing sono biglietti che non mi permetteranno l'accesso, quindi quella si tramuta in truffa. Quello che dirò adesso e spero che mi sentano anche i manager di viagogo perché quando andate a vedere le Faq del sito di viagogo assisterete a una domanda specifica, ovvero 'posso entrare a un concerto con il biglietto di un'altra persona', loro rispondono 'sì, potete entrare', quella è una truffa, perché oggi i concerti che hanno un nome stampato sopra e rispondono a questa norma entrata in vigore il 1 luglio, se tu entrerai al concerto con un biglietto che non ha il riferimento uguale al documento non entrerai, quindi oggi viagogo sta truffando le persone".
"Hanno ragione anche gli operatori quando dicono che bisogna oscurare questi siti, vero, io su questo anche con gli operatori, con i siti di vendita primaria sono assolutamente d'accordo e ci siamo anche detti che quei siti vanno oscurati. Oggi questa legge è ancora più chiara e le autorità competenti dovranno oscurare questi siti", ha promesso il deputato pentastellato.

Tags: MULTIMEDIA, news

Posta un commento

Commenti

Commenta per primo questo video.
RSS